Archivio di VirusLox - Official WebSite -
Tag: Disse il saggio

10 Febbraio 2017

Tuffo nel passato: il Liceo ed il tempo che passa

Di VirusLox
Categorie: Filosoficamente
Tag: ,
Commenti: 2 commenti

Accade, un giorno qualunque in cui celebri esattamente 3 anni nell’attuale posizione lavorativa, che gli eventi ti costringono a guardare indietro. 16 anni indietro, se si considera l’anno in cui mi sono diplomato.
Sono pochi e sembrano pochi, eppure nel frattempo mi sembra di aver vissuto un’ulteriore vita intera. Probabilmente è questo l’effetto dei passagi da una stagione all’altra della vita, con i relativi “riti di iniziazione” dove una precisa decisione o un evento enorme (comparato al “prima”) e ridicolo (comparato al “dopo”) scandiscono i termini del tempo percepito che corre e l’essere umano che matura. SE matura, nel bene o nel male.
Al giorno d’oggi non è affatto complicato avere informazioni immediate, ed il Liceo Torelli dove ho speso con mirabolanti avventure la mia prima adolescenza ha un sito internet piuttosto ben fatto.
Il “Torelli” fu all’avanguardia con un sito internet funzionale, aula informatica con computer in rete e alcuni docenti perfettamente in grado di trasmettere rudimenti fondamentali. Elementi che io ovviamente a suo tempo non colsi affatto, salvo molti anni dopo porci le basi della mia professione.
Di quei 5 anni anni ricordo la sensazione di esser “arrivato dopo qualcosa”, poiche l’istituto sembrava una gloriosa istituzione di un passato recente dove convivevano rigore e anarchia. Tutto contribuiva a rafforzare tale sensazione: l’aspetto architettonico e gli arredi anni ’70 (e ’80), il tabagismo esercitato nei corridoi, i professori che (giustamente) ci “davano del Lei” e pretendevano altrettanto rispetto, altri che ci coccolavano come fratelli minori, i maturandi ultimi scampoli degli anni 70 quando noi matricole eravano contemporanei del famoso mondiale dell’82 e tante cose molto più importanti che per nebbia mnemonica e pigrizia smetto di elencare. Figuariamoci poi la fatica che sto facendo a scrivere in (quasi) italiano con una tastiera priva di accenti.
Per la mia generazione, a tutti gli effetti un ponte di collegamento tra l’era dell’ Hi-Fi come massima tecnologia in casa all’era dello smartphone in tasca con capacità un migliaio di volte maggiore al computer di bordo che portò l’uomo sulla luna (e lo riportò pure a casa, questo non va assolutamente sottovalutato), probabilmente quella scuola fù la migliore possibile ed “i fatti ci cosano”: sono molto orgoglioso dei risultati che hanno ottenuto ed ottengono molti dei miei ex compagni di scuola, ho avuto alcuni per compagni di banco che non mancano di mostrare capacità eccezionali.
E dal sito internet cosa ho capito? Ho capito che il “mio” Liceo in parte esiste ancora come 2 delle professoresse più giovani che avemmo (erano giovani, ma preparatissime e anche molto brave nel gestire la nostra esuberanza e latente tendenza all’anarchia), ma inesorabilemente e giustamente è stato trovalto dai tempi moderni.
Sono consapevole che questo tuffo nel passato inconcludente non stia andando da nessuna parte, per questo motivo non credo che nessun ne avrà a male se lo chiudo quà non prima di consigliare a tutti i ragazzi che eventualmente lo stiano leggendo di tenere sempre una mano ben salda al senso dovere e di divertirsi con tutto il resto del corpo. Sappiate che tutte le cose che stanno tentando di insegnarvi, non saranno mai e poi mai inutili anche se a voi (causa poca esperienza di vita REALE, riguardo al Cocoricò ne sapete sicuro piu di me) credete il contrario e non vedete nessi con quel che vi piace o le vostre aspirazioni.
Nessuna esperienza attuale risulterà in futuro vana, le belle e le brutte comparteciperanno nel rendervi un giorno un uomo o una donna o quel che volete che si rispetti e che sa farsi valere.
Perciò mi raccomando: impegnatevi, fate finta di impegnarvi, divertitevi ma non dimenticate mai che prima o poi entrerete nella seconda vita, come me, che non mi ricordo più un accidente di come ero 16 anni fa e a volte penso pure che sia stato bellissimo. Ma no, grazie, indietro non ci torno: ho gia dato.


27 Giugno 2014

Che cos’e’ la bellezza?

Di VirusLox
Categorie: Filosoficamente
Tag: ,
Commenti: Commenti disabilitati

Dovrebbe essere un sano mix di “dono di natura”, fascino, portamento ed eleganza.
Sul primo si puo’ far poco, ma sui secondi si puo’ fare davvero la differenza.

Resta al fatto che al giorno d’oggi fotografie cosi’ sono diventate impossibili.
Chiadiamolo a loro cos’e’ (cos’era?) la bellezza:

Clint Eastwood, Olive Sturgess and Dani Crayne in San Francisco, 1954
Clint Eastwood, Olive Sturgess and Dani Crayne in San Francisco, 1954

3 Dicembre 2013

Come esser contenti di se stessi

Di VirusLox
Categorie: Filosoficamente
Tag:
Commenti: Commenti disabilitati

Siate sempre pronti a studiare e a trasformarvi come umani e professionisti: il mondo cambia e non aspetta.
Abbiate la mente aperta che il sapere non basta mai.


8 Ottobre 2013

Facebook, specchio delle anime (ammesso che si abbiano).

Di VirusLox
Categorie: Filosoficamente
Tag: , ,
Commenti: Commenti disabilitati

Da quello che scrivono su facebook capisco che tutti studiano ma solo alcuni apprendono, che la cultura è sovrabbondante ma alcune capocce non la assorbono in quanto gia piene di cazzate.
Noto la cattiveria e la rivalsa dei perdenti sui persi, lo “spot” sociale basato su menzogna, superficialità e ragionamenti fondati sul nulla.
Leggetelo un libro, ma non quello di Totti; ascoltate chi ne sa più di voi, cercate di comprenderne i ragionamenti, ma fatevi il favore, non di calcio.
Mi sembrate tanti piccoli borghezio, e le vostre bacheche sono il cimitero del buonsenso.
Abbiate l’onestà di non dare la colpa agli altri se le cose non vanno, fatemi vedere che state facendo qualcosa anche per voi stessi, che create, costruite, realizzate, fate, vi impegnate…basta fango! basta critiche!!!
Il mondo è grande, e quello che mi raccontate voi è il peggiore possibile, e io credo sia giunta l’ora di sfoltire la mia sintetica lista “amici” di faccialibro.


20 Agosto 2013

Quando le soluzioni sono politicamente scorrette

Di VirusLox
Categorie: Filosoficamente
Tag: ,
Commenti: Commenti disabilitati

Questa mattina ho fatto una scoperta incredibile: anche un politico (almeno su qualcheccosa) potrebbe pensarla come me.

Mi spiego meglio (prima che giungano i cavalieri dell’apocalisse): il presidente della regione abruzzo Chiodi oggi ha dichiarato che

”Non è frequentando una fabbrica delle illusioni che ci si costruisce in futuro”. I tre atenei sono ”in fondo alla classifica dell’Anvur” e quindi ”crederò che il governo sia impegnato a ridurre le spese (per ridurre le tasse) quando Letta e Saccomanni si recheranno a Bari, Messina o Urbino per spiegare che la chiusura e’ nell’interesse dei loro figli”.

Ecco, so che questo scatenerà oceani di polemiche, ostracismo, offese…ma parliamoci chiaro: in tutta onestà ha ragione.

Non è certo una novità che alcune università siano “di serie B” con un livello didattico troppo disomogeneo (nel senso che non è assolutamente vero che tutti i corsi facciano pena, ma alla media qualità alta di quelli “storici” si contrappone l’indecenza dei corsi inventati negli ultimi 30 anni), con una certa troppa facilità nel concedere il superamento di un esame se non le lodi, per non parlare di corsi di laurea dai nomi e dai contenuti improbabili (si legga imbarazzanti).

Poi tocca leggere notizie in cui si afferma che le lauree italiane non servono a trovare lavoro…per carità,  l’è vero, ma è anche vero che alcune lauree si fa una gran fatica a considerarle tali.

Trovatemi un “cervello in fuga” laureato in “tecniche di **qualcosa**”.

Ho una lista lunghissima di “tecniche di **qualcosa**” …ma citandole sarei politicamente CORRETTO (nel senso che avrei ragione) e invece io so solo essere scorretto.


12 Agosto 2013

Non dire mai quello che non vuoi gli altri pensino di te

Di VirusLox
Categorie: Filosoficamente
Tag: ,
Commenti: Commenti disabilitati

Gironzolando come al mio solito a briglia sciolta su wikipedia ho trovato questo articolo che racconta un po’ alla buona i fatti come “Il linciaggio di New Orleans”.

Mi ha colpito molto questo pezzo:
La folla si radunò dopo che lo sceriffo Gabriel Villère fece un bando pubblico sul quotidiano «New Delta» per convocare tutti i buoni cittadini davanti alla Clay Statue sabato 14 marzo alle 10. Il clima di odio contro la comunità italiana fu cavalcato anche dal sindaco Joseph Shakespeare che li definì «individui più abietti, più pigri, più depravati, più violenti e più indegni che esistono al mondo, peggiori dei negri e più indesiderabili dei polacchi»

So che i miei connazionali per i motivi più disparati tendono ad esser razzisti, il mio invito è rileggersi la frase precedente, più e più volte.

Per la cronaca, il sopravvissuto al linciaggio era il probabilissimo capo mafia e mandante dell’omicidio che ha scatenato l’ira della folla.


30 Luglio 2013

Che vergogna.

Di VirusLox
Categorie: Filosoficamente, Quotidianamente
Tag: ,
Commenti: Commenti disabilitati

Che le idee e gli intenti di un politico possano esser discutibili mi sembra normale, nessuno di loro è una divinità, tantomeno in un paese come il nostro.
Che le idee di un politico vengano contestate a causa della “genetica” lo trovo degradante, umiliante.

Non approvo lo slancio del ministro Kyenge in alcune tematiche, la sua buona volontà merita maggior riflessione e buonsenso, detto questo nessuno ha il diritto di zittirla perchè NERA.
Io mi vergogno tantissimo, ancor più perchè è questa l’immagine che il nostro paese da agli altri: razzisti, superficiali, STUPIDI.

Ma forse non abbiam nessun’altro esimio da contestare? Se di contestazione possiamo parlare: a me sembra più violenza, bullismo.

Un popolo imbruttito, ecco cosa siamo. In mancanza di idee, nell’incapacità delle dialettica interviene bieca violenza.
Non voglio aggiungere altro, sono troppo triste, troppo deluso dall’idea di lasciare la mia patria ed esserne sollevato.


20 Giugno 2013

Ambizione superiore al talento.

Di VirusLox
Categorie: Filosoficamente, Quotidianamente
Tag: ,
Commenti: Commenti disabilitati

Eh, mi è ben rimasta in mente questa frase, la pronunciò Pedrosa riferendosi a V. Rossi il giallo.

Non entro nel merito dell’episodio, ma trovai la frase potente e vera. Ma così vera che mi son sorpreso di poterla adattare a tanta gente, a moltissimi con la mia stessa cittadinanza.

L’ambizione non è negativa, o meglio, non lo è finchè l’obiettivo è ragionevole e raggiungibile coi propri mezzi, le proprie qualità e le proprie possibilità.

E invece abbiamo ragazzine che ambiscono a finire in tv pur non sapendo far nulla e ancor più grave pretendendo di non impegnarsi ad imparare nulla.

Prendete la frase precedente, cambiate “ragazzine” con “ragazzini”, “tv” con “professionista” e così via per qualunque categoria o lavoro vi venga in mente, scoprendo che i mali di tutta la nostra società hanno tutti la stessa fonte di (speudo)valori drogati. Un problema culturale per farla breve.

Ed è mai possibile che io non possa più fidarmi di nessuno? “Grandissimi esperti nel campo massonico dell’amministrazione dei sistemi” che nascondono con la loro spocchiosità tutti i loro limiti, “pseudoprogrammatori” (leggasi maestri del copia-incolla) con la pretesa di possedere tutto lo scibile umano (spargendo sfondoni a go-go per altro), vigili col vezzo dell’anfibio che non vigilano, politici a petto (e panza!…e che panze!!) gonfio che parlano di risparmio allungando le mani dietro la schiena su aoldi altrui e tette…

Continuo? No per carità.
Però il consiglio di oggi è:
Le moto compratele dai privati al prezzo più basso che potete e prima di salirci controllate ogni singola vite, avrete il doppio vantaggio di aver risparmiato e di conoscere la vostra nuova moto come i pantaloni che portate.
Datemi retta, comprare l’usato dal concessionario è solo una doppia in..lata: l’avrete pagata un’esagerazione e comunque non potrete fidarvi.
Trovare i dadi flangia pompa benzina montati al contrario non ha prezzo. (oltre tutto quello che m’è capitato fin’ora e non mi va per nulla di citare).
E badate bene che vale come regola generale, non mi sono trovato male solo io dai concessionari. Eppure una volta era scontato che per lavorare nel settore motociclistico son necessarie prima di tutto passione e amore per i mezzi.

Mah. Mah. Vi prego fermate la mia crescente intolleranza, dimostratemi con sono l’unico (italico) ad essermi fatto un culo come un dinosauro per imparare a fare il mio mestiere con dignità (e non ho mai smesso di farmelo nel tentativo di migliorare).


18 Aprile 2013

Ignoranza, più infettiva dell’HIV

Di VirusLox
Categorie: Filosoficamente
Tag: ,
Commenti: Commenti disabilitati

Argomento del giorno:
“l’associazione “D.i.re” (“Donne in rete contro la violenza”) con una lettera aperta ai sindacati ha chiesto (e ottenuto) l’espulsione di Fabri Fibra dal Concertone del Primo Maggio per i messaggi “sessisti, misogini e omofobi” che diffonderebbe con le sue canzoni.”

Bon, a parte che (che piaccia o meno) un’artista per definizione genera arte, ed è arte tutto ciò che una mente semplice non può nè creare nè comprendere, arte è tutto ciò che l’opera quotidiana non compendia, arte è tutto ciò che fa discutere a livelli superiori della chiacchiera del bar e con argomentazioni che non siano prettamente tecniche…a parte tutto questo, avendo prestato in passato attenzione ai testi di Fibra e alle varie dichiarazioni lasciate in interviste, direi che l’accusa riportata è quantomeno infondata.

Ma anche fosse fondata e consolidata, il rap non è miele neomelodico, non è cuore e fragoline alla San Remo, non è leggero come la musica leggera.
Il rap nasce come denuncia, non a caso il ritmo è ripetitivo e incalzante: serve a preparare la via al fiume di parole, alcuni beat non possono portare altro che parole a pugno in faccia.

E se uno vuol raccontare di una ipotetica ex che ti molla a malo modo per un’altro adducendo futili e falsi motivi…che fai? Chiedi a Tiziano Ferro? Uhm no, direi che la via è quella alla Fabri Fibra. Anche perchè, ripeto, si tratta di provocazioni e non sempre sono fatti reali, magari si vuol denunciare un malcostume o…

Ma di che stiamo parlando? Davvero sto commentando seriamente un’atto così stupido come la censura?
Censura: la legge Merlin applicata all’arte.

UNA PUTTANATA.


10 Aprile 2013

La temperatura aumenta

Di VirusLox
Categorie: Quotidianamente
Tag: ,
Commenti: Commenti disabilitati

…e la stoffa diminuisce.

Sia benedetto il sole e le nudità che si porta.



Oggi è martedì
15 Ottobre 2019